VIRTUS, PARLA FRANCESCO VILLA: "GRUPPO FANTASTICO, POSSIAMO FARE BENE"

L'ex Omegna ha fatto il punto sulla realtà salernitana e i prossimi impegni che la squadra sarà chiamata ad affrontare

02.02.2019

Francesco Villa è arrivato ufficialmente a Salerno lo scorso 22 dicembre andando così a rinforzare il roster a disposizione di coach Menduto, aggiungendo ad esso freschezza ed atletismo.

Bastano poco più di due chiacchiere per farsi un'idea di quanto celermente si sia espletato il processo di inserimento nella nuova realtà cestistica (e non solo) salernitana da parte del giocatore classe 1997.

Eppure, il tutto non era affatto scontato per  un ragazzo alla prima vera esperienza lontano da casa, in una realtà tutta da scoprire con obiettivi importanti nel mirino.

Francesco Villa ha effettuato il percorso di crescita giovanile tra i ranghi dell'Olimpia Milano per poi approdare ad Omegna e disimpegnarsi così sul palcoscenico della Serie B Girone A.

Un'esperienza importante quella in maglia Fulgor, necessaria per comprendere la dimensione cestistica che caratterizza il campionato cadetto nel quale l'aspetto mentale gioca un ruolo determinante:

«L'aspetto mentale conta moltissimo nella pallacanestro, bisogna rimanere sempre e comunque concentrati al fine di offrire un contributo importante che possa giovare alla squadra. In quest'ultima settimana, ad esempio, siamo stati chiamati ad un extra sforzo evidente dovendo fronteggiare in appena sette giorni squadre del calibro di Palermo, Matera e Palestrina. E' evidente che, in un trittico di sfide di tal genere, dosare le energie fisiche assume un peso specifico rilevante ma ancora più determinante è il grado di concentrazione con cui si approccia alle partite in questione. Occorre essere determinati ed aggressivi mentalmente per aver ragione di squadre costruite per centrare obiettivi importanti».

 

Parole e musica per addetti ai lavori e non solo quelle di Francesco Villa, la cui maturità lascia il segno sul parquet e fuori. Impossibile, dunque, non parlare della sfida di domani pomeriggio allorché alle ore 18 il PalaSilvestri farà da cornice alla battaglia cestistica tra Virtus Arechi Salerno e Pallacanestro Palestrina:

«Sarà una partita complessa, affrontiamo una squadra importante, ben allenata e piena di ottimi giocatori che sanno fare la differenza in partite come questa. Dovremo essere bravi a limitare i loro punti di forza ed imprimere il giusto ritmo alla gara così come abbiamo brillantemente fatto a Matera. Da molti punti di vista, preparare la gara con Palestrina è stato abbastanza naturale in quanto esprimono una pallacanestro simile alla squadra che abbiamo superato mercoledì. Saremo chiamati a dare il massimo e ciascuno dovrà dare il proprio contributo per portare a casa un successo che sarebbe fondamentale.

Il contributo in uscita dalla panchina? E' un altro aspetto che, a questi livelli, tende a fare tutta la differenza del mondo. La squadra sta dimostrando grande predisposizione al sacrificio e ciascuno di noi, quando viene chiamato in causa anche se per pochi minuti, risponde presente e mette il suo mattoncino per propiziare così i successi della squadra. E' un nostro punto di forza e dobbiamo custodirlo fino in fondo»

 

Chiosa finale ed inevitabile sulla realtà salernitana che Francesco Villa, col passare dei giorni, sta imparando sempre più a far sua e ad apprezzare:

«Devo dire che mi trovo molto bene qui a Salerno, non era facile per un ragazzo come me alla prima esperienza davvero lontano da casa. Sono stato accolto alla grande da un gruppo che posso definire super e da uno staff sempre e comunque disponibile sia per quanto concerne le questioni relative alla pallacanestro che quelle extra parquet. Il mio auspicio è quello di poter restituire in campo, attraverso buone prestazioni, tutto l'affetto e la disponibilità che la piazza non mi sta facendo mancare neppure per un istante».

VIRTUS, IL TOUR DE FORCE CONTINUA: DOMENICA ARRIVA PALESTRINA
VIRTUS, ALLA SCOPERTA DELL'AVVERSARIO DI GIORNATA: PALLACANESTRO PALESTRINA