VIRTUS, PRESS ROOM: LE PAROLE DEI PROTAGONISTI DOPO IL SUCCESSO DI POZZUOLI

Le dichiarazioni dei protagonisti nell'immediato postpartita dell'ultimo turno di regular season

21.04.2019

La Virtus Arechi Salerno non si ferma più ed ottiene così il nono successo consecutivo nell'ultimo atto della stagione regolare che ha visto Maggio e compagni protagonisti sul parquet della Virtus Bava Pozzuoli.

Punteggio finale di 51-73 in favore dei viaggianti che certificano in tal modo la terza piazza nel raggruppamento D del campionato di Serie B Old Wild West e si preparano al primo turno della postseason che li vedrà opposti alla Goldengas Pallacanestro Senigallia.

Al termine del match del PalaErrico abbiamo raccolto, come sempre, le dichiarazioni dei protagonisti.


L'analisi di coach Mariano Gentile

«Abbiamo disputato una prestazione molto generosa in fase difensiva mentre per quanto concerne l'attacco abbiamo senz'altro pagato l'assenza di Tessitore e le cattive percentuali al tiro degli altri giocatori che hanno fortemente condizionato l'andamento del match. L'aspetto positivo di quest'ultimo atto di regular season è essere riusciti ad arginare il potenziale offensivo di un'ottima squadra quale Salerno, ragion per cui è da qui che occorre ripartire in vista dei playout.

Playout? Dobbiamo essere bravi a farci trovare pronti e sfruttare il fattore sorpresa in una serie all'interno della quale l'agonismo ed i particolari faranno senz'altro la differenza. L'intensità difensiva assume un peso specifico rilevante, dobbiamo esserne consapevoli e la partita di questa sera lascia buone sensazioni da questo punto di vista».

Le dichiarazioni di coach Orlando Menduto

«Vittoria voluta e alla fine trovata in questo ultimo atto della regular season; sapevamo delle difficoltà che una sfida come questa avrebbe potuto riservare dal punto di vista psicologico. C'è tanta voglia di playoff ma i ragazzi sono stati bravi ad ottenere il successo.

Senigallia? E' una squadra che ha grande talento offensivo con degli esterni capaci di giocare in transizione e colpire dalla linea dei 6.75. La squadra è pronta per la postseason, ci arriviamo in ottima condizione psicofisica e, proprio come fatto finora, anche nella serie con Senigallia giocheremo con grande fiducia e serenità.

Bilancio sulla regular season? Siamo contentissimi dei risultati raggiunti, abbiamo chiuso terzi al termine della regular season, occupando per buona parte della stessa la seconda piazza e giocando il match di ritorno con Caserta per il primato uscendo sconfitti di due punti all'ultimo secondo. A seguire, c'è stato un periodo davvero nefasto, caratterizzato da tanti infortuni che non ci hanno permesso di lavorare come avremmo voluto, eppure proprio in quel frangente siamo stati capaci di non mollare pur non potendo fare affidamento su ben quattro giocatori. Chiudiamo con ben 48 punti all'attivo, il che non può non essere motivo d'orgoglio anche al netto del finale di stagione che siamo stati bravi a costruirci in virtù del lavoro quotidiano che continuerà a caratterizzare le settimane che verranno e che ci traghetteranno alla fase calda della stagione».


Parla l'assistant coach Mario Menduto

«E' stata una partita combattuta perché anche Pozzuoli è a lavoro per un obiettivo importante, ovvero, la permanenza nel campionato di Serie B mediante i playout. La squadra ha approcciato bene alla contesa, c'è stato un calo nella fase centrale allorché non siamo stati bravi ad imprimere il nostro ritmo in attacco ed abbiamo patito eccessivamente l'uno contro uno degli esterni di Pozzuoli nei cambi difensivi sui pick and roll. Nel momento più complesso, tuttavia, ancora una volta la squadra ha reagito egregiamente, alzando l'intensità difensiva e facendo le cose giuste in attacco. 

Il rientro di Paolo Paci? Siamo tutti estremamente felici del ritorno sul parquet di Paci, dal punto di vista umano e cestistico. La sua assenza si è fatta sentire in questo lungo periodo nel corso del quale non ha mai fatto mancare il supporto nei confronti della squadra. E' un giocatore importante per questa Virtus e senz'altro potrà darci una mano nel corso della postseason. 

Gara-1 con Senigallia? Finalmente ci siamo, l'attesa è quasi finita. Lavoriamo da mesi in vista di questo appuntamento. Sarà una settimana intensa, l'adrenalina certamente non mancherà ed i ragazzi sono pronti a vivere a pieno questo momento. D'altra parte, saremo chiamati anche a gestire psicologicamente questo carico emotivo, dosare l'entusiasmo nel modo giusto ed arrivare carichi alla prima sfida della serie in programma domenica prossima».


Il ritorno di Paolo Paci

«Grande emozione per il ritorno sul parquet dopo tre mesi di stop ed il nono successo consecutivo ottenuto dalla squadra nell'ultimo atto della stagione regolare. Nei giorni precedenti c'era senza'altro un po' di timore per quello che sarebbe potuto accadere quest' oggi, ma una volta tornato in campo, anche grazie al supporto dei miei compagni di squadra, ho immediatamente riassaporato il piacere di giocare a basket. Ho sostenuto due allenamenti, la partita di oggi è stato un test importante, l'auspicio è di lavorare bene nel corso della prossima settimana.

La partita con Pozzuoli ci ha visto approcciare col piede giusto, nel secondo quarto c'è stato un momento di appannamento ma siamo stati capaci di mettere le cose in chiaro nel secondo tempo ed imporre i nostri ritmi anche in trasferta. E' una vittoria importante perché vincere aiuta a vincere, ancor più in un momento così delicato che ci vede chiudere molto bene la stagione regolare in vista dei playoff nel corso dei quali vogliamo recitare un ruolo da protagonisti».

 

Carmine Lione

Ufficio Stampa Virtus Arechi Salerno

 

LA VIRTUS CHIUDE IN BELLEZZA A POZZUOLI, ORA PLAYOFF: C'E' SENIGALLIA
VIRTUS, E' "PLAYOFF-TIME" : AL PALASILVESTRI GARA-1 CON SENIGALLIA