VIRTUS, PRESS ROOM: LE PAROLE DEI PROTAGONISTI DOPO LA SFIDA CON VALMONTONE

Coach Orlando Menduto ed il capitano Roberto Maggio hanno parlato nell'immediato postpartita di Valmontone

18.03.2019

Foto: Prospero Scolpini

Tanta fatica ma alla fine è arrivato un successo importante nel venticinquesimo turno del campionato di Serie B Old Wild West. La Virtus Arechi Salerno supera, al termine di una sfida vibrante ed incerta sino all'ultimo istante, la Virtus Valmontone col punteggio finale di 66-68 e si porta così a quota 38 punti, in solitaria al terzo posto del girone D, complice la sconfitta rimediata nell'anticipo del sabato dall'Olimpia Matera sul parquet di Pozzuoli.

Al termine dei quaranta minuti andati in scena in quel di Valmontone, a commentare il match sono stati il capo-allenatore della compagine blaugrana, Orlando Menduto, ed il capitano Roberto Maggio.


Le dichiarazioni di coach Menduto

«Grande vittoria quella ottenuta sul parquet di Valmontone. Abbiamo interpretato la partita in maniera eccellente, complimenti alla squadra. Era necessario approcciare bene alla contesa, i ragazzi hanno centrato gli obiettivi mettendoci intensità e consapevolezza. Nel secondo quarto ci siamo effettivamente fermati, abbiamo smesso di correre il contropiede ed abbiamo commesso degli errori sui loro pick and roll.

Alla ripresa delle ostilità, siamo tornati protagonisti in attacco ed abbiamo aumentato il ritmo in fase di non possesso. Negli ultimi minuti è successo un po' di tutto: avanti di 7-10 lunghezze avremmo dovuto giocare qualche possesso con maggiore attenzione ai particolari. Anche i direttori di gara probabilmente hanno commesso qualche errore, ma alla fine siamo stati capaci di portare a casa una vittoria estremamente importante.

Vittoria tattica? Siamo riusciti a togliere a Valmontone la dimensione del tiro dalla lunga distanza ed il post-up, risultato non da poco al cospetto di un avversario che in casa realizza in media 80 punti a partita. 

Plauso speciale? Complimenti a tutti i ragazzi ma una menzione particolare la merita Mark Czumbel, il quale è sceso in campo vittima dell'influenza ma - malgrado ciò - ha disputato una prestazione eccezionale, in attacco ma soprattutto in difesa».


Il commento di capitan Maggio

«E' stata una partita non facile, ma eravamo consapevoli che avremmo affrontato una squadra dotata di ottime individualità la cui classifica certamente non rende merito al valore del gruppo in questione. Abbiamo disputato una buona prestazione, eccezion fatta per il secondo quarto nel corso del quale qualcosa non ha funzionato come avremmo sperato. Tuttavia, riuscire a tornare a casa da Valmontone con due punti  è tutt'altro che scontato, questo quarto successo consecutivo ci galvanizza e speriamo di poter tenere viva la striscia di risultati utili consecutivi davvero a lungo.

La prestazione della squadra va analizzata a 360 gradi, stiamo ritrovando i ritmi giusti in attacco, ma ancor più in fase difensiva. Con il pallone tra le mani siamo estremamente pericolosi, il tiro dalla lunga distanza è una nostra caratteristica e da questo punto di vista ogni domenica a prendersi il proscenio è un giocatore sempre diverso. E' un aspetto questo molto importante, ci dà ulteriore fiducia spingendoci a superare le avversità inevitabili nel corso di ciascuna partita.

Il contributo dei singoli conta il giusto, alla fine è sempre la squadra a fare risultato. E' stato così con la Luiss, altrettanto è accaduto oggi ma il discorso può essere esteso all'intero campionato. Sappiamo di poter arrivare lontano se e solo se la squadra risponde come un blocco unico.

La condizione generale del gruppo? Non è un segreto che tutti gli infortuni patiti in questo periodo abbiano giocoforza influenzato e non poco la qualità del lavoro settimanale, tuttavia squadra, società e staff tecnico non hanno mai utilizzato questa problematica come un alibi. In questa fase, stiamo finalmente recuperando gli effettivi che ci sono mancati, la prossima settimana rientrerà ufficialmente anche Sanna ed è evidente che il suo reintegro potrà giovare e non poco alla squadra».

 

Carmine Lione

Ufficio Stampa Virtus Arechi Salerno

CORDOGLIO IN CASA VIRTUS: SCOMPARSA LA MADRE DEL FISIOTERAPISTA FERRAIOLO
CZUMBEL ELOGIA LA VIRTUS: "LA SQUADRA STA DANDO RISPOSTE IMPORTANTI"