Il punto del coach...

01.10.2018

Il torneo di Agropoli è stato un ottimo test per provare ad aumentare il nostro livello di cooperazione.
La prima gara è stata molto soddisfacente: abbiamo giocato, a mio avviso, una buona pallacanestro, andando agli obiettivi che ci eravamo prefissati e senza mai scendere di intensità. Veramente molto bravi tutti, in particolare Roberto Maggio che ci ha dato il giusto ritmo ed ha permesso a tutti i compagni di esprimere il proprio talento.
La seconda gara l'abbiamo approcciata molto molto bene, poi il match è diventato "nervoso" (capita in questo periodo, tutto normale) e secondo me lì siamo stati molto bravi a non disunirci e ad aggrapparci alla nostra difesa: alla fine abbiamo concesso solo 57 punti ad una squadra ben allenata e con grande talento offensivo in molti giocatori.
Tutto questo ha un peso specifico maggiore se consideriamo che abbiamo affrontato il torneo senza Cucco e Sanna, per cui un bravo a chi li ha sostituiti, in particolare agli Under che si stanno facendo trovare sempre pronti e con la giusta dose di "cattiveria" per provare a "rubare" secondi in campo ai Senior.
Sappiamo che domenica ci aspetta una "battaglia" sportiva, contro una squadra allestita per vincere e che gli addetti ai lavori danno come la favorita assieme a Palestrina. Tutto questo ci stimola molto, anche perchè Salerno ha allestito una squadra che vuole lottare per vincere, sempre. 
Infine, un grazie particolare agli amici di Agropoli, dove è sempre un piacere ritornare.
Forza Salerno.

Il torneo di San Gennaro va alla Renzullo Arechi: l’analisi di coach Menduto.
COMUNICATO STAMPA: RENZULLO ARECHI SALERNO vs JUVE CASERTA SI GIOCHERA' AL PALAZAULI DI BATTIPAGLIA