VIRTUS ARECHI SALERNO, PRESS ROOM: LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

A meno di ventiquattro ore dal grande successo sul parquet di Matera, le dichiarazioni dei protagonisti

31.01.2019

Tanta euforia in casa Virtus Arechi Salerno in seguito al successo maturato dai blaugrana sull'ostico parquet del Palasassi di Matera.

Il match-clou del diciannovesimo turno del campionato di Serie B Old Wild West metteva di fronte due ottime compagini accomunate oltreché dalle importanti ambizioni in merito alla stagione agonistica in corso anche dalla capacità di esprimere una pallacanestro di buonissimo livello.

Ed infatti, ne è venuta fuori una partita esaltante che i viaggianti sono stati bravi ad indirizzare sin dalle primissime battute dando alla stessa un ritmo ben definito, quello più gradito al miglior attacco del campionato.


Le dichiarazioni di coach Menduto

Queste le dichiarazioni a caldo da parte del tecnico della Virtus Arechi Salerno, Orlando Menduto, visibilmente soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi che, malgrado le difficoltà, continuano a dare segnali incoraggianti:

«Abbiamo disputato una grande prestazione, faccio i complimenti ai miei giocatori che hanno interpretato la partita al meglio. Sono stati superlativi nel dare alla sfida il ritmo che volevamo. In attacco, la palla non è mai stata ferma e questo ci ha consentito di costruire ottime concluisioni. Bravissimi i nostri lunghi per la qualità dei blocchi espressa al pari dei giocatori chiamati a gestire il pallone che hanno reagito al meglio alle difficoltà che una sfida come questa avrebbe evidentemente generato.

In fase difensiva, abbiamo continuato nell'ottimo lavoro fatto in casa con Palermo: i nostri esterni sono stati capaci di negare la dimensione del tiro dalla lunga distanza ai vari Merletto, Del Testa e Battaglia, giocatori di assoluto talento. Mi ha convinto molto la prestazione difensiva dei nostri lunghi, determinanti nel negare l'uno contro uno di Cena e bravi a soffrire nel momento in cui abbiamo dovuto concedere qualche centrimetro a Iannilli a causa dei problemi di falli. 

Questa vittoria ha un peso elevato, in primis, perché è arrivata contro un ottimo avversario, una squadra equilibrata e ben allenata. Inoltre, questa prestazione ci conferma la solidità di questo gruppo, capace di elevare la qualità delle prestazioni quando il gioco si fa duro. Infine, siamo stati in grado di battere una squadra che non aveva mai perso in casa e portarci 2-0 negli scontri diretti contro una diretta concorrente.

Una dedica per questo successo? Sono estremamente contento per i miei ragazzi e per questa società. Stiamo crescendo insieme e mi sento di ringraziare tutti coloro i quali, in questi giorni molto impegnativi, ci hanno fatto sentire la loro vicinanza»


L'MVP di giornata: Roberto Maggio

Autore di una prestazione che si fa fatica persino a commentare, l'ultima in ordine cronologico all'interno di una striscia temporale di centoventi minuti effettivi che lo vede protagonista assoluto nel campionato di Serie B Old Wild West, complici i 25 punti di media realizzati tra Napoli, Palermo e Matera.

E' decisamente il suo momento, Roberto Maggio non vuol saperne di raffreddarsi offensivamente e la prestazione del Palasassi è già un highlights di una stagione che di momenti magici comincia a regalarne parecchi.

34 punti (con 7/10 dalla linea dei tre punti), 4 assistenze ed altrettanti rimbalzi, è questo il contributo in termini prettamente numerici dell'ex Piacenza che, al termine della partita, ha trovato persino il tempo di commentare un successo che vale oro per la Virtus Arechi Salerno:

«E' stata una partita molto intensa, ci siamo arrivati carichi perché in palio c'era il secondo posto in graduatoria. Purtroppo, alla vigilia abbiamo dovuto prendere atto dell'assenza di Sanna ma, malgrado tutto, abbiamo disputato una prestazione solida, giocando di squadra tanto in fase offensiva quanto in quella difensiva. 

E' stata una settimana difficile sia per gli avversari affrontati che per la situazione infortuni da gestire. Per nostra fortuna la società si è mossa ottimamente regalandoci un giocatore come Njegos Visnjic che conosco alla grande e sono certo entrerà benissimo nello spogliatoio e nei meccanismi di squadra.

La mia attenzione ora è già rivolta alla sfida di domenica allorché ci troveremo ad affrontare una squadra di ottima caratura che ci renderà la vita difficile e vorrà fare risultato per ribadire, una volta di più, il proprio status. Ci faremo senz'altro trovare pronti, spero di vedere un palazzetto caldo e pronto a sostenerci per tutti i quaranta minuti»


Il commento del diesse Corvo

E' "orgoglio" la parola più adatta a sintetizzare il pensiero del diesse Corvo sul momento di questa Virtus Arechi che, più si alza l'asticella delle difficoltà, tanto più riesce a gettare il cuore oltre l'ostacolo e a stupire davvero tutti, proprio come accaduto a danno della malcapitata Olimpia Matera costretta ad alzare bandiera bianca per la prima volta dinnanzi al pubblico amico:

«Sono davvero orgoglioso di quanto stiamo facendo tutti insieme, staff, giocatori e società. Stiamo costruendo un gruppo coeso fuori e dentro il rettangolo di gioco il che, a ben vedere, era il nostro primo obiettivo. Abbiamo vinto con autorevolezza al cospetto di una squadra imbattuta in casa e questo dà evidentemente il senso del valore di questo gruppo. La cosa che mi lascia ben sperare è che abbiamo ancora grossissimi margini di miglioramento viste le numerose assenze che ci stanno falcidiando. Andiamo avanti per la nostra strada e pensiamo alla sfida casalinga con Palestrina».

 

VIRTUS, MERCOLEDI' DA LEONI: ESPUGNATO IL PALASASSI!
VIRTUS, IL TOUR DE FORCE CONTINUA: DOMENICA ARRIVA PALESTRINA